Più di un secolo di storia

La genesi del Rotary

Il 23 febbraio 1905, fra quattro giovani uomini d'affari (P. Harris, S. Schiele, H. Sherey e G. Loehr) nasce l'idea di un nuovo tipo di club in cui siano presenti le varie attività economiche e professionali di una comunità.
Nel 1908 nasce un secondo club e nel 1909 ne nascono altri 4, sempre negli Stati Uniti.
Fra il 1910 e il 1911 nascono altri 10 club di cui uno fuori dagli USA.
I soci ammontano a 1500 e nel 1912 nascono i primi club in Europa.
Nel 1915/16 i Rotary Club (allora 186) vengono raggruppati in Distretti.


Il primo meeting

Il Rotary in Italia

Le origini del Distretto 2050

Il Distretto 2050 nasce dalla scorporazione del Distretto 204 nel 1985-86 e assume l'attuale denominazione "2050" nel 1991-92.

Il Distretto 2050 nasce con la suddivisione del Distretto 204 in 204 e 205 operata nell'anno 1985-1986. Al Distretto 205 - che assunse poi nel 1991-1992 il nome di 2050 - furono assegnate le attuali province di Brescia, Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Piacenza e alcuni comuni della provincia di Milano.
Dagli iniziali 33 club, il Distretto crebbe fino ai 42 del 1990, ma nell'anno seguente ben 10 club del milanese furono trasferiti da Evanston al Distretto 2040. Partendo dai 32 club rimasti, nel volgere di dieci anni il Distretto crebbe fino a contare 55 club, ma - di nuovo - nel 2000 quattro club del milanese passarono al 2040 (senza alterazione del territorio distrettuale). In tredici anni furono formati 24 nuovi club, raggiungendo quota 75, ma nel 2013 furono tolti al D. 2050 altri dieci club dell'area milanese e i relativi territori. Il distretto conta ora una settantina di club, tra cui alcuni e-club.


La genealogia del Rotary in Italia