Come dirigere i nostri sforzi su aspetti concreti

Cari amici, lo scopo della Azione Professionale è di incoraggiare i soci a seguire gli ideali del Rotary attraverso progetti che consentano di mettere le loro capacità professionali al servizio degli altri. È in sostanza l’applicazione del famoso secondo scopo del Rotary che, introdotto nel 1907, diede impulso alla rapida espansione dell’associazione fino allora limitata alla città di Chicago. La Commissione ha il compito di assistere i Presidenti delle Commissioni per i progetti di club e, in generale, tutti i rotariani del distretto nella realizzazione degli obiettivi del Piano strategico e di diffondere tra i rotariani sia il rispetto dei valori universali contenuti nella “Dichiarazione degli operatori economici e dei professionisti rotariani” sia l’utilizzo della “Prova delle quattro domande”. Nell’attuale situazione critica del mercato del lavoro in generale e di quello giovanile in particolare, le commissioni professionali dei club, lasciando momentaneamente da parte riunioni e forum sull’economia o sull’etica, dovrebbero dirigere i loro sforzi su aspetti più concreti come l’assistenza ai giovani impegnati nella ricerca della prima occupazione o nell’avvio di un’attività imprenditoriale e agli over 50 che un lavoro non ce l’hanno più.

Il Distretto 2050 annovera 9 commissioni: Nuove Generazioni, Amici del CAM, Premi ETIC, Legalità e Cultura dell’Etica, GROC – RCC, Fellowship, Programma Virgilio, Squadre di Formazione Professionale V.T.T. e Miglioramento Antisismico Istituti Scolastici.

L’incontro in programma sabato 28 ci aiuterà a conoscere le opportunità che ci vengono offerte per tradurre i nostri sforzi in azioni concrete.

Giuseppe Torchio